Nota biografica

LUCIANO “VARNADI” CERIELLO

Cantautore e scrittore veneto-campano, da sempre proiettato verso audaci sperimentazioni.
Proveniente da studi classici, laureato in Lettere moderne presso l’Università degli Studi di Salerno, ha finalizzato le sue idee musicali e testuali in 5 album incisi da cantautore, grazie ai quali è stato paragonato, in una recensione apparsa sul periodico della S.I.A.E. “VIVAVERDI”, a grandi nomi della musica d’autore, quali Battiato e Jannacci.
Dall’innovativo e geniale cantautorato, ha subito una rivoluzione copernicana che ha rappresentato la genesi dei testi scritti sulle melodie dei Notturni di Chopin (a nota corrisponde sillaba). Tali versi sono poi stati inseriti sia nel romanzo “Il segreto di Chopin” (definito opera letteraria di grande spessore, levatura culturale e valenza storico-musicale), sia nell’opera teatrale “Ho sognato Chopin”, con la quale l’autore ha ricevuto riconoscimenti sia nazionali che internazionali, quali il Premio Nazionale Vallecorsi di Pistoia, il Premio “Va in scena lo Scrittore” della FUIS (Federazione Unitaria Scrittori Italiani), il Premio Internazionale “Voci” di Abano Terme e il Festival Internazionale “TEATRANDO” di Roma. Varnadi ha, inoltre, messo in canto “Le quattro stagioni” di Vivaldi, l’Elégie di Sergej Rackmaninov, la “Romance in Fa minore” di Pëtr Il’ič Čajkovskij, ha scritto i testi per gli ultimi due movimenti della “Sinfonia Abellana” di Oderigi Lusi e ha “parolato” le 49 “Romanze senza parole” di Felix Mendelssohn.